Una birra che unisce due grandi tradizioni artigiane legate al mondo della fermentazione.

XYAUYÙ KIOKE 2016


Specialty Wood Aged Beer

Del colore rubino carico, piatta, limpida e senza schiuma. Al naso, profumi delicati di bacche di cipresso, datteri e caramello con accenni leggerissimi di incenso.

In bocca, toni legnosi e freschi di cipresso si sposano splendidamente con leggere note resinose, sapide e di umami per chiudere con un finale vagamente erbaceo, amaricato e acidulo.

Ingredienti

Acqua, malti d'orzo, zucchero, luppolo, lievito.

Note degustative

Formati

Note degustative

Formati


Grado alcolico
vol.

Gradi Plato

Colore (EBC)

Grado di amaro (IBU)

Temperatura di servizio

Abbinamenti

La storia della
XYAUYÙ KIOKE 2016

Al termine dell’Expo 2015, Teo riceve in dono la botte che nel padiglione del Giappone aveva rappresentato la tradizione dei mastri costruttori delle botti per la fermentazione, in particolare, per la produzione di salsa di soia. Ecco allora farsi strada l’idea di una Xyauyù affinata nella pregiata botte chiamata Kioke. Kioke è priva di chiusura, prodotta in Giappone nell’isola di Shodo da Yasuo Yamamoto (Yamaroku Shoyu).

Da tutto ciò nasce, dunque, questa birra, che unisce due grandi tradizioni artigiane legate al mondo della fermentazione. La Xyauyù, già fermentata e maturata per oltre 18 mesi, viene affinata a cielo aperto nella botte di Kioke nuova (in cui non è stata fermentata la soia) la quale le dona delicate note resinose e una leggera sfumatura acida, creando un profilo aromatico unico e originale. 

La produzione delle botti di Kioke sta scomparendo in Giappone (sostituite da fermentatori in acciaio inox) e per mantenere viva la tradizione Yasuo Yamamoto, ultimo rappresentante di una famiglia di produttori di salsa di soia, ha deciso di iniziare a produrle nel suo laboratorio con l’intento di sensibilizzare i colleghi e i bottai. La birra vuole essere veicolo di condivisione di questo tema assolvendo ad un compito fondamentale di un prodotto artigianale: raccontare attraverso l’emozione e la condivisione.

Video ricetta di Casa Baladin

Ti consigliamo anche: