Fresca al palato, ha corpo leggero ed è molto beverina

ISAAC


Witbier (Blanche)

Una blanche di color giallo paglierino, leggermente velata ed opalescente con schiuma fine e moderata, che al naso esprime subito piacevoli note agrumate e una delicata speziatura che sale a mano a mano che la birra acquista calore.

Si presenta poi, al palato, con una piacevole armonia di cereali ed agrumi che si compenetrano fondendosi, in seguito, in un delicato equilibrio floreale e speziato. Questo porta ad un finale leggermente erbaceo lasciando il posto, in bocca, a un’esile e stuzzicante nota pepata.

Ingredienti

Acqua, malto d’orzo, malto di frumento, frumento, miscela di spezie e scorze d’agrumi in proporzione variabile, luppolo, zucchero, lievito.

Note degustative

Formati

Note degustative

Formati


Grado alcolico
vol.

Gradi Plato

Colore (EBC)

Grado di amaro (IBU)

Temperatura di servizio

Abbinamenti

La storia della
ISAAC

Era il 1997 quando Teo vede venire alla luce il suo primogenito a cui viene dato il nome di Isaac. Immediatamente dopo la nascita, la gioia per l’evento si trasforma in sublimazione creativa e Teo, in completa assonanza con la compagna Nora, dedica una nuova birra al piccolo tanto da portarne il nome. Isaac è destinata a diventare uno dei capisaldi della produzione Baladin.

Era dunque nata la prima blanche artigianale italiana, una birra che per lungo tempo, e ancora oggi, verrà presa come riferimento nell’ambito dello stile, tanto da essere indicata dal famoso e compianto beerhunter Michael Jackson come una delle migliori blanche al mondo. Curiosamente, anche il padre di Jackson si chiamava Isaac.

Video ricetta di Casa Baladin

Ti consigliamo anche: