Sfumature di caffè che si armonizzano verso note più golose di cioccolato.

LEÖN


Il nostro modo di fare... Belgian Strong Dark Ale

Dal classico color marrone tonaca di frate, la Leön si presenta con una bella schiuma compatta e persistente di color nocciola e, al primo impatto, un profumo fruttato di frutta cotta nel forno a legna pervade l’olfatto di chi si appresta a berla. A seguire, sfumature di caffè si armonizzano con quelle legnose che virano, a mano a mano che la birra tende a scaldarsi, verso note più piene di cioccolato.

Al palato spicca immediato il calore dei suoi nove gradi con un accenno di amarene sotto spirito, che lascia subito il posto al tostato dei cereali che accarezzano la bocca con sentori di cioccolato, fave di cacao e caffè. Una birra tendenzialmente dolce e dal corpo importante, complessa ma molto godibile.

Ingredienti

Acqua, malto d'orzo, luppolo, zucchero, lievito.

Note degustative

Formati

Note degustative

Formati


Grado alcolico
vol.

Gradi Plato

Colore (EBC)

Grado di amaro (IBU)

Temperatura di servizio

Abbinamenti

La storia della
LEÖN

Per festeggiare e celebrare il Natale del 1998, mastro Teo decide di creare una birra natalizia, seguendo la consuetudine birraria. Ispirandosi nuovamente alla tradizione belga, produce Nöel: birra scura, dolce, corposa che esalta lo spirito dei brindisi birrari natalizi.

Col passare del tempo, però, ci si accorge che il nome stesso della birra si trasforma in un ostacolo nel momento in cui nascono diverse versioni tematiche e annuali della stessa - come ad esempio Nöel Chocolat, Nöel Cafè e altre ancora - rischiando di confondere i consumatori (oltre che a limitarne le vendite al solo periodo natalizio).

Ecco allora il colpo di scena: in cerca di una soluzione, Teo decide di cambiare il nome per capovolgere le sorti di questa birra. Ed è proprio questa la parola d’ordine: capovolgere. Dall’inversione del nome Nöel nasce Leön, che tutti gli anni a Natale verrà affiancata da una versione speciale fedele al proprio nome originale.

Video ricetta di Casa Baladin

I nostri consigliati: