Dall’Etna al Monviso, la Nazionale in viaggio per Pedalando tra le Aquile

La Nazionale di Baladin è la prima birra 100% italiana, prodotta esclusivamente con materie prime nazionali a sostegno e valorizzazione della filiera agricola italiana, riconducibile alla produzione di birra artigianale. 

“Pedalando tra le Aquile” è il viaggio, o meglio, la sfida, che il cuneese Giovanni Panzera ha deciso di affrontare attraversando l’Italia dalla Sicilia al Piemonte. Da solo percorrerà tutti gli Appennini iniziando a pedalare dal monte Etna e giungendo alle pendici del Monviso, il re di pietra, da dove nasce il fiume Po.

Forte della precedente esperienza che lo ha visto impegnato a scalare in bicicletta tutto l’arco alpino da Trieste al Principato di Monaco (2.200 chilometri, 55 passi e 68.000 metri di dislivello in salita), Giovanni rinnova e rilancia la sfida concentrandosi nella traversata della “spina dorsale” dell’Italia. Il suo motto da “viaggiatore-lento” che lo accompagnerà durante 2.950 chilometri, con ben 92 salite da affrontare, è: “Trasformare le difficoltà in forza, la forza in passione, la passione in nuove emozioni”.

E con grande orgoglio, durante tutto il viaggio, noi di Baladin saremo con lui!

Nel carrello, che contiene tutto il necessario per sopravvivere in totale autonomia durante il viaggio, ci saranno le materie prime che utilizziamo per produrre la nostra birra Nazionale. Giovanni le racconterà cammin facendo, in maniera simbolica attraversando le regioni in cui nascono le preziose materie prime che utilizziamo.

In Basilicata incontrerà gli agricoltori che da anni si prendono cura del nostro orzo regalandoci momenti di vita vera e tante emozioni. All’arrivo, passando da Piozzo, ad attenderlo ci sarà la nuova annata di Nazionale Luppolo Fresco, prodotta con il luppolo in fiore raccolto a fine agosto nei nostri campi piemontesi. Simbolo di completamento di un ciclo di vita che parte dall’acqua delle Alpi, raccoglie materie prime da tutta Italia che si uniscono e che grazie all’azione del lievito si trasformano in una bevanda ricca di sapore, profumi e proprietà benefiche: la birra artigianale.

Seguiremo il viaggio di Giovanni attraverso i nostri social network. Ogni lunedì ci racconterà in una pillola video le sue fatiche della settimana precedente e quando le gambe lo faranno transitare in una Regione da cui proviene una delle nostre materie prime, lo racconterà per far vivere a tutti il lungo viaggio che porta alla nascita di una birra simbolo, la Nazionale. 

In Sicilia sul monte Etna, si parlerà di scorza d’arancia; in Calabria di scorza di bergamotto; attraversando la Basilicata, ci sarà l’incontro con la famiglia Moscaritolo che ci parlerà di orzo distico primaverile che da anni coltivano (anche sconfinando in Puglia) esclusivamente per Baladin; arrivando nelle Marche sarà la volta del coriandolo; prima di giungere alla tappa conclusiva, in Emilia Romagna, Toscana e Liguria si capirà se l’assunzione moderata di birra a bassa gradazione alcolica possa sortire qualche effetto benefico per i ciclisti; arrivato in Piemonte, la prima tappa sarà a Piozzo dove Giovanni sarà accolto da Teo nel luppoleto per poi spostarsi in birrificio dove si racconterà l’importanza del lievito. Infine, il Monviso, un simbolo di grandiosità tanto da definirlo il re di pietra, dal Pian del Re nasce il Po, l’acqua pura, elemento fondamentale per la produzione della birra. 

Il viaggio arriva alla sua meta conclusiva ma non finisce perché la mente si proietta verso nuove avventure.

Al suo arrivo, Giovanni sarà accolto da tutti noi con la nuova Nazionale Luppolo Fresco 2020 – edizione limitata prodotta con fiori freschi di luppolo – che racconta il lavoro di tante mani “dalla Terra al Bicchiere” attraverso il lavoro nei campi, nelle aziende di trasformazione delle materie prime, in sala cotte e in cantina dove tutto si completa e attraverso il racconto che ogni giorno i nostri agenti e clienti fanno per far vivere l’emozione di bere una birra Baladin 100% italiana.

Giovanni Panzera: “Sono emozionato ogni volta che inizio un’avventura come questa. È una sfida con me stesso, ma ho tanti amici che mi accompagnano. Sono contento che Baladin si sia unito a me e per me, cuneese, sarà un orgoglio raccontare Nazionale. Li conosco da sempre, erano un piccolo pub di paese che ha saputo guardare molto avanti. Con il mio viaggio voglio raccontare un po’ l’Italia proprio come loro lo hanno fatto con questa birra tutta italiana”.

Teo Musso: “Qualcuno in azienda mi aveva raccontato del viaggio precedente. Che impresa incredibile! Quando mi è stato presentato il nuovo progetto ne sono rimasto entusiasta. Ho subito pensato che sarebbe stata un’occasione unica per raccontare la filosofia con cui ho pensato nel 2011 Nazionale. Da cuneese mi sento orgoglioso di contribuire a questa avventura e non vedo l’ora che parta. Il viaggio sarà lungo e impegnativo ma tutti noi saremo con Giovanni”. 

 

Si parte… Pedalando tra le Aquile.

Questo articolo si arricchirà di contenuti fotografici e video che verranno pubblicati ogni settimana.

Prima tappa: Sicilia

01-Sicilia

 

 

Terza tappa: Basilicata

BALADIN